Libera professione

Il libero professionista è un prestatore d’opera intellettuale che esercita in regime di autonomia scientifica e gerarchica nei confronti del cliente con ampia discrezionalità e con propria organizzazione di lavoro. Ai sensi della legge 42/99, l’infermiere svolge una “professione sanitaria” con un suo campo di attività e responsabilità, si tratta quindi di una professione intellettuale ai sensi dell’art.2229 del Codice Civile, con conseguente obbligo d’iscrizione al relativo Albo. L’infermiere che esercita la libera professione assume la propria responsabilità del proprio agire e la responsabilità di rappresentare la professione nel contesto sociale.
Il Collegio Professionale è l’Ente a cui è demandato il compito di vigilare sull’esercizio della professione e tutelare il decoro e l’indipendenza degli infermieri rappresentati. Le modalità possibili di esercizio della libera professione attualmente sono:
• Attività in forma individuale
• Studio Associato
• Cooperativa Sociale

Procedure di apertura attivita’
• Apertura posizione fiscale (partita iva) tramite ufficio Entrate o tramite il proprio commercialista che provvederà all’apertura della posizione fiscale per via telematica (è opportuno nella scelta del commercialista verificare che questi abbia conoscenza dell’infermiere e della relativa attività libero professionale)
• Iscrizione alla Cassa ENPAPI entro 60 gg. dall’apertura della posizione fiscale (Partita Iva); i moduli per l’iscrizione sono scaricabili dal sito www.enpapi.it
• Stipulare una polizza di assicurazione per la responsabilità civile